La Cina terrorizza i mercati più della Lehman Brothers

I recenti "mal di pancia"  del gigante asiatico, numeri alla mano, stanno preoccupando moltissimo le borse mondiali, addirittura più di quanto è successo dopo il collasso storico  della Lehmam Brothers, agli inizi di una crisi epocale. Lo dimostrano le vendite record generate nei giorni scorsi sui fondi azionari globali, secondo i dati resi noti da Bank of America Merrill Lynch, uno dei maggiori operatori finanziari mondiali: i deflussi sono stati pari a quasi 30 miliardi di dollari, di cui 19 in un solo e unico giorno (il 25  agosto).

La preoccupazione riguardante il rallentamento dell'economia cinese, in realtà risulta infondata e, quantomeno, sproporzionata: l'esecutivo di Pechino, infatti, sta tentando da anni di gestire questo fenomeno (il calo della crescita economia, ndr) passando da una economia ad alta crescita trainata dall'export, ad un modello a crescita più bassa e più sostenibile, trainato dai consumi interni...

Per leggere l'intero articolo clicca qui

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.