Gala di danza, 35 anni di solidarietà

La gara di solidarietà a favore della Croce Rossa Italiana ritorna l'8 dicembre a Udine con l’organizzazione del tradizionale “Gala Internazionale di Danza” ad opera dell’ADEB-Associazione Danza e Balletto con la direzione artistica di Elisabetta Ceron.

Giula Tonelli e Cristian Alex Assis foto DimastrodonatoIn 35 anni, il Gala ha portato al Teatro Nuovo di Udine il firmamento che illumina il panorama dell'arte coreutica di tutto il mondo e anche per la serata in programma martedì 8 dicembre alle 20.45, non mancheranno artisti di fama internazionale, sempre affiancati da talenti emergenti e graditi ritorni. Infatti, partecipano per la loro terza volta le star Anbeta Toromani e Alessandro Macario (già Teatro dell’Opera di Tirana e Teatro San Carlo di Napoli)  protagonisti di un estratto in prima regionale da Coppelia di Amedeo Amodio. A completare il cast artisti dal Greek National Opera Ballet, Maria Kousouni e Vaggelis Bikos, dal Ballett Zürich, Giulia Tonelli e Cristian Alex Assis, dal Royal Ballet Flanders, Maria Seletskaja e David Jonathan, dal Dresden Semperoper Ballett, Alice Mariani e Jan Casier, dallo Staatsballett Berlin, Arman Grigoryan e Arshak Ghalumyan. Inoltre, all’inizio del primo tempo,  Anbeta Toromani riceverà il premio "Giuliana Penzi per la danza 2015" grazie alle sue doti artistiche ed umane e per quella solidarietà più volte espressa nei confronti di questa iniziativa benefica, alla quale il gesto artistico spesso si coniuga, essendo uno dei principi fondanti della Croce Rossa.La vetrina di stelle della danza che si esibiscono a favore dei bambini disagiati del territorio – spiega il Presidente dell’ADEB, Marco Toso - è un’iniziativa che vanta grande tradizione grazie all’opera del suo fondatore Bruno Ceron che ha promosso e consolidato un patto oggi inscindibile  tra arte e solidarietà, per quella Croce Rossa nata più di 150 anni fa in conformità con la Convenzione di Ginevra allo scopo di aiutare tutti, indistintamente, in tempi di guerra o di pace.” Anche quest’anno il programma si annuncia con brani inediti, quasi tutte prime nazionali:  Ballade Pas de deux di Yannick Boquin, Esmeralda di Ben Stevenson, Lo Schiaccianoci di Aaron Watkin, Liebestod di Filipe Portugal (giovane e talentuoso coreografo del Ballet Zürich), Experiencing the Divine di Ricardo Amarante, Static Time di Nacho Duato e un’attesa creazione per il gala firmata da Craig Davidson (Dresden Semperoper Ballet). L’apertura della serata vede interagire gli studenti del Konservatorium Wien Privatuniversität diretto da Nikolaus Selimov (Matilde Ceron e Vito Vidovic Bintchende) e il Gruppo Stabile Udinese coordinato dal coreografo Massimo Gerardi, direttore di subsTANZ Dresden/Köln che presentano “MESH. L’utile dello spettacolo è rivolta ai bambini disagiati assistiti dalla Croce Rossa Italiana, Comitato Provinciale di Udine e, sin dagli esordi, conta sulla sensibilità degli artisti che vi partecipano a titolo gratuito. Alla realizzazione della manifestazione collaborano Regione Autonoma F.V.G., Comune di Udine, Fondazione CRUP, Danza&Danza, Banca di Cividale, Casini Srl, Città Fiera, Goccia di Carnia, Rotaract, Studio Ottico Gri e Arteni. Info: www.vivaticket.it; www.teatroudine.it

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.